mercoledì 7 maggio 2014

0 Tutorial: Lineart con matite colorate per illustrazioni soft - il procedimento.

Ok, stavolta riprendo in mano l'illustrazione del post della settimana scorsa e vediamo un pò il procedimento per fare un bell'effetto soft. 
Che sono pure contenta, perchè ho risolto il problema delle patine grige sulle foto che mi ammazzavano i colori.
 La scansione e la color chart


Per prima cosa ho preparato il disegno a matita su un foglio qualsiasi, poi, usando il tavolo luminoso (ma basta anche una comune finestra al sole, come si faceva alle elementari!XD) ho ripassato, sulla carta della grammatura adatta al copic, le linee con attenzione, direttamente con le matite colorate, ben appuntite.




In genere non è consigliabile usare tanti colori, l'errore più comune è fare il contorno dello stesso colore che contiene ma più scuro: quella è una cosa tipica americana.
Nelle illustrazioni giapponesi è più facile trovare lineart di uno o due colori, soprattutto per enfatizzare giochi di luci e atmosfere. 
Qui sembrano tanti pastelli, ma in realtà ho utilizzato un tono su tono cangiante da arancio a rosso, passando per il rosa nel mezzo, per le parti calde, e un verde per i dettagli verdi. una puntina di bordeaux o marrone è uno stratagemma per enfatizzare gli occhi e i punti d'ombra più forti, ma lì siamo già in fase di stesura del colore.

Per finire la parte a matite colorate vado ad aggiungere qualche ombra con il bordeaux nelle parti più scure: nel nodo del fiocchetto, sotto al collo, qualche piccola ciocca di capelli e qualche fessura tra i petali di rosa... 




il disegno sarà colorato principalmente a copic, ma mi piace l'idea di un pò di texture ruvida di matita colorata che si intravvede, quindi ne applico un pò anche sulle guance per fare il rossore, nelle ombre delle clavicole e sulle labbra per fare il rossetto. Infine con la gomma alleggerisco un pò i contorni che stanno vicino alle estremità del foglio così da afere un effetto più soft, come se andasse a sfumare. non c'è bisogno di cancellare tutto, e basta una gomma normalissima.

Comincio a stendere il colore della pelle. 
Bagno la carta con la base di YR30, partendo dai bordi del viso e lasciando la parte centrale completamente bianca per un effetto luminoso. se non avete YR30 non importa, assicuratevi di fare la base con un colore altrettanto chiaro che sfumi bene a bianco, altrimenti aiutatevi con un blender 0.



E non preoccupatevi se inizialmente la carta sembra diventare grigia, è solo l'alone di umidità che scomparirà asciugando. Mentre la carta è ancora bella umida di YR30, passo E51 nelle zone vicino ai bordi, sotto al labbro inferiore e successivamente anche sulle palpebre, per avere una bella sfumatura morbida e omogenea. YR00 l'ho usato solo per dettagli come il rinforzo delle ombre sotto al viso, sotto i ciuffi della frangia, sui rossori del naso e delle gote e sulle labbra.  per un effetto ancora più soffuso ho ripassato con il copic anche le linee di contorno, con uno o due colori, facendoli volutamente sbordare. più il colore con cui si ripassano è chiaro, più si può osare con la sbordatura.




Attenzione: i copic devono essere ben carichi quando usate il pastello, perchè se la punta si asciuga, diventa ruvida e 'trascina' la matita colorata sul foglio. si possono fare effetti molto belli così, ma si rischia anche di sporcare un sacco la punta e avere problemi futuri, soprattutto nei colori chiari.
Per i capelli ho usato esattamente gli stessi colori della pelle, ma ho dato le ombre con E93 per un tono più caldo e rosato. Sono partita dalle ombre e successivamente ho steso sopra gli altri, E51 e YR30, facendo attenzione che le ombre stessero all'interno del disegno e i colori più chiari all'esterno, sfumando a bianco (insomma, dove avevo alleggerito i contorni con la gomma)

Ho usato E93 anche per colorare sopra le ciglia, lasciandolo sbordare appena un pò.

Le parti verdi sono state realizzate con YG03 e Y21. avrei potuto scegliere un giallo molto più chiaro e luminoso, ma Y21 è un colore caldo e pastello e lega meglio con i toni della pelle. (successivamente, per legarlo ancora meglio, passerò un pò di Y21 anche in alcune zone dei capelli)



Procedimento per gli occhi: prima stendo Y21 per bagnare, poi mentre è ancora umido passo YG03, velocemente, sulla parte superiore dell'occhio, badando bene di lasciare una parte completamente gialla nella lunetta di luce che sta sotto la pupilla. Infine, passo per bene al centro, facendo un bel colore pieno. 
Per rinforzare lo sguardo avevo già messo un pò di matita verde per scurire la pupilla.
Non resta che lasciar intravvedere un filino giallo vicino alle luci dell'occhio e ripassare i bordi come prima, lasciando uscire un pò di colore appositamente, si vede bene nelle foglie. questo è anche il momento in cui ho aggiuto un pò di giallo sulla treccia destra, per uniformare meglio il verde al rosa, passando appunto per il tono giallo che hanno in comune.


Ormai siamo alla fine, le rose sono state divertenti. 



Per utilizzare solo i sei colori a disposizione e avere lo stesso un tono lievemente differente, invece che usare un altro pennarello, ho deciso di passare con la matita colorata rosa, in questo modo i capelli (che hanno come basi chiare dei toni gialli come E e YR), si differenzieranno dai petali, dove il pastello accentua il tono caldo di R02. nella terza foto c'è il momento in cui ho ripassato le ciglia con R02.



Ho passato YR00 sulle gote, ma l'avevo già detto prima, ed ecco finito, con solo sei pennarelli. il tocco finale, qualche decorino a pastello verde e giallo, per riprendere un pò gli occhi. li ho sparsi ovunque, ma il motivo è che miserviva un tocco di verde nella zona in basso a destra, dove non ce n'era affatto, per equilibrare la distribuzione.

Trovo sempre molto carina la tecnica mista a pastelli-copic, spero possiate apprezzarla anche voi!

Alice.


Nessun commento:

Posta un commento