mercoledì 14 maggio 2014

0 Tutorial: Cambi di luce e chart, Prima parte - colori luminosi.

Da piccola, quando mi approcciavo al colore con pennarelli e matite colorate, non capivo mai bene come rendere i toni più scuri per adattarli alle diverse atmosfere... ricordo un disegno di un ragazzo al buio, affacciato ad una finestra mentre fuori piove, che era diventato tutto blu. *gocc* Ci ho messo un sacco, soprattutto grazie alla colorazione digitale, a capire, che quando non ci sono luci colorate o troppo intense, basta virare la color chart che si userebbe normalmente di qualche tono più saturo o più spento per fare già la differenza. anche solo per evocare stati d'animo.

Vi presento un disegnino veloce, nato guardando ieri fuori dalla finestra...non so il resto d'italia, ma qui in Emilia, nonostante sia maggio, ieri diluviava di brutto, stavo col pannetto sul divano mentre fuori era tutto grigio. ecco quindi una scenetta per mostrare lo stesso personaggio, con gli stessi colori, in due tipi di illuminazioni differenti:
Per oggi mi sa faccio in tempo a spiegare solo quella satura e luminosa, quella nella nuvoletta, se non fosse chiaro.



nella gamma degli azzurri scompaiono i colori più vivaci come B00. Nei gialli, appare YR23 come tono scuro e scompare Y000, così come nei rossi RV23. Ma se notate, molti colori si ripetono in entrambe le color chart, ma a volte è la quantità di colore usato a fare la differenza. Y11, uno dei più brillanti, nel disegno scuro compare solo nelle zone di luce più forte per tonalizzare il divano e gli occhi

vediamo passo passo la realizzazione:

Per un disegno così semplice non conta granchè da che parte si inizia a colorare... generalmente nelle illustrazioni si parte dallo sfondo (che di solito ha campiture più larghe, e potrebbero cambiare l'equilibrio dei colori del personaggio finito... invece in caso di lievi errori nella scelta dei toni, si può aggiustare il personaggio principale che di solito ha più dettagli e quindi campiture piccole che possono fare la differenza con un minimo sforzo di correzione)


Per questo disegno ho usato una grammatura molto leggera, un semplice foglio da sketch. perchè i fogli sono lievemente patinati e quello che normalmente è un difetto, cioè, l'inchiostro che si allaga nel foglio, in questo caso lo trovo molto carino. Sono partita dal cielo con B00, aiutandomi nella sfumatura con un tocco di blender. Per le ombre delle nuvole, invece, ho usato singoli tocchi di punta di B32, ripassati poi con B00 e blender 0, creando appunto quell'effetto acquerellato che si vede nell'ultima foto. 

Per la pelle ho dato le ombre più forti con V05, e passato una base piatta con E51. 


Successivamente, dato che tra questi due colori c'era troppo stacco, ho inserito una passata veloce di RV23, ripassando  E51 per sfumarlo bene. Infine ho aggiunto un tocco di Y000 nei punti più vicini alle luci. In questo caso il concetto è: viola verso le ombre e giallo verso le luci.


L'erba è stata divertente: ho steso prima una base di Y11, (tranne nei punti in cui avevo preventivato andasse l'ombra) e poi l'ho sfumata a bianco verso il cielo usando Y000 come blender.


Ho dato un tocco di V05 (pochissimo, o l'erba sarebbe risultata, col verde, di un brutto color marrone, che è tutto meno che luminoso) e di B32, abbozzando anche qualche ciuffetto d'erba. Approfittando della base bagnata di Y11, ho iniziato a stendere YG03 a pennellate lunghe, prima in un verso e poi leggermente inclinate rispetto a questo in una seconda passata per ottenere una sorta di texture erbacea (se non vi piace, basta  ripassare Y11 per sciogliere uniformemente il verde) Dato che il verde è composto da una parte di azzurro, passandolo sulle ombre fatte a B32 sembreranno due verdi diversi, risparmiando l'acquisto di un colore <3.

Capelli: Il personaggio sarebbe moro, ma come già detto tante volte, non amo particolarmente il nero e i grigi, quindi ho sostituito la gamma con dei viola non troppo saturi.

Sono partita dai colori più scuri, B93 3 BV08, con cui ho fatto le ombre (anche sulla coda, che qui non si vede!). Successivamente ho passato il tono intermedio BV04, facendo in modo di lasciare l'aureola bianca luminosa che sottolinea la rotondità della testa. Concludo con BV01 come tono più chiaro, e qualche tocco di giallo Y000 e B00 per tonalizzare un pò i  punti luce. In realtà, successivamente, verso la fine del disegno, per  far sembrare i capelli meno spenti e un pò più saturi ho dato qualche passata veloce di RV23, si vede nella scansione.

Abiti: Mi sono persa un passaggio della maglietta (è difficile ricordarsi di fare le foto, quando sei impegnato a tenere la carta bagnata per regolare le sfumatureXD)


Di fatto ho dato una base a B00, un tocco d'ombra V05 e poi ho usato B32 e BV01 come toni intermedi. mentre li passavo, per via della carta sottile, il viola si è gustosamente liquefatto come un acquerello. 
Per i pantaloncini ho dato prima una base a R35, e nei punti chiari un pò di RV23, bello saturo e luminoso. occhio a non esagerare con le proporzioni dei colori o i pantaloncini sarebbero sembrati rosa. Per le ombre qualche tocco di R46. ho comunque lasciato del bianco in qualche punto, un espediente per far sembrare la luce molto forte, anche se il tessuto, non essendo lucido, non dovrebbe fare riflessi.


Per finire, i dettagli: la passata di RV23 sui capelli, come dicevo prima, e le rifiniture come la farfallina e gli occhi. la farfallina è fatta con Y11, così come la base degli occhi, ombreggiata poi con RV23.


E ricordate che se usate un foglio sottile, è meglio proteggere i fogli sottostanti, o il piano di lavoro (certi piani economici plastificati si possono macchiare indelebilmente col copic). Basta inserire un altro foglio in mezzo, preferibilmente bianco, perchè quando il copic bagna il foglio diventa trasparente e si vedrebbe il colore della carta di sotto, confondendo l'occhio nella distribuzione dei toni!

Alla prossima col resto dell'illustrazione!

Alice.

Nessun commento:

Posta un commento