mercoledì 6 maggio 2015

0 Tutorial: Nuvole parte 1 - Effetti semplici

   Salve a tutti!
   Oggi vediamo un po' come affrontare il discorso nuvole...  
   In questa prima parte vi mosterò il mio metodo per gli effetti più semplici, che certamente non è l'unico ed è sempre soggetto a variazioni di stile per renderlo adatto alle illustrazioni dove servono delle nuvole.
   La premessa importante è questa: a me non piace che la nuvola abbia dei contorni definiti con l'inchiostro se il disegno è destinato ad essere colorato, perchè trattandosi di qualcosa di impalpabile trovo molto più corretto renderne le volumetrie, spesso molto marcate, solo con il colore. 
   Mi rendo conto che disegnare qualcosa direttamente con i marker non sia esattamente semplice, quindi è sempre bene su un foglio a parte fare una prova di come si vuole la forma della nuvola, da riprodurre poi in versione finale.
   Prima di tutto, magari con una matita color ciano (che quindi non avrà bisogno di essere cancellata) può essere utile definire le aree dello sfondo da far diventare nuvola. Tenetevi larghi con le sagome, perchè poi con l'azzurro si fa sempre in tempo ad aumentare la superficie del cielo.


   Con il B000 creo le mie aree bianche di massima, mentre con N1 vado a ombreggiare la parte inferiore.
   I tratti devono essere punteggiati per la maggior parte, più dei tratti orizzontali a forma di "C" con la parte aperta verso l'alto. Queste sono le classiche nuvolette sporadiche da cielo sereno.


   Con il B02 e il B04 vado a riempire il cielo, partendo dai bordi delle nuvole, per poi scurire man mano che mi allontano.

   Vediamo adesso un effetto più riempitivo, ovvero il classico cielo "a strisce".

 
   Con il B000 stavolta traccio direttamente le porzioni di cielo che voglio mantenere visibili.


   Con il B02 faccio una sorta di puntinismo sopra alle zone colorate, e definisco meglio i contorni delle strisce di nuvola, cercando di variare la dimensione del punto.

Un altro effetto di base è quello del cielo "a pecorelle" (acqua a catinelle, esattamente quello.)
   Questo tipo di cielo, per non apparire piatto, necessita di una maggior dimensione prospettica, e questa si ottiene semplicemente regolando la dimensione delle nuvolette: maggiore verso la parte alta, minore verso la più bassa, per dare profondità al tappeto nuvoloso.


   Inizio prima con la parte ombreggiata delle nuvole, che mi darà un'idea della loro dimensione già in partenza. Successivamente le contorno con una passata di B000, distribuito punteggiando, come prima.


   Con il B95 riempio la parte più alta del cielo, e man mano che si scende schiarisco con il B93 e il B91, sempre per rispecchiare la tridimensionalità della scena. A seconda di dove è collocata la fonte di luce solare, gli effetti sulle ombre saranno differenti. Ma per gli effetti e le atmosfere ci vediamo nella prossima parte ;)

A presto!

Lidia

Nessun commento:

Posta un commento