lunedì 24 novembre 2014

0 Namaste

Ciao a tutti e buon Lunedì.Oggi, per essere Lunedì,  sono particolarmente contenta perchè nei giorni scorsi ho partecipato alla Convention "Copic Instructor " che si tiene  a Wiesbaden ogni anno. Bellissima esperienza, ma di questo vi racconterò più dettagliatamente in un futuro post sul mio blog.
Parliamo ora della mia card.
Ho utilizzando il timbro "Namaste" della TPS . La ragazza protagonista del timbro è intenta a rilassarsi praticando lo Yoga , e il suo gatto sonnecchioso le fa compagnia sul tappeto.
E' un timbro davvero molto bello e nella sua semplicità è davvero molto fine e delicato.
Ho scelto di colorare tutta la scena in maniera quasi "monocromatica" utilizzando prevalentemente colori della famiglia BG e BV. 
Ho realizzato il progetto con bazzil tinta unita, pattern Maja Design, punch MS , fustella di Tim Holtz per la finestra. 
A tal proposito per simulare le tendine che normalmente vengono applicate alle finestre, sul retro della fustellata ho messo un vellum in fantasia floreale che richiama la pattern con le violette della Maja Design.
Il sentiment è un timbro della Hero Arts. Un piccolo brillantino a forma di goccia decora l'ombelico della ragazza.
Ho infine pazientemente ritagliato il personaggio , per far sì che si integrasse al meglio nella scena realizzata.
Spero che il mio progetto vi sia piaciuto, vi ringrazio e arrivederci al prossimo post.

Copic utilizzati: 
Pelle: E000-00-11-13-95
Capelli: E18-08 YR 18-14
Maglia e fascia capelli: BG 09-07-05-01-000
Tappeto: BV000-60-63-66
Gatto:C5-3-1-00
Sfondo: W3-1-0

Grazie per la visita 
Thanks for visiting

venerdì 21 novembre 2014

0 Tutorial Copic non solo carta : VETRO


Buongiorno !

Spesso durante i corsi Copic mi chiedono se si possono usare i Copic 
anche sul materiale diversa della carta. La risposta è sì .

Così ho pensato di fare alcune tutorial , oggi vi faccio vedere il vetro.
Per primo esperimento pensavo di usare un oggetto non troppo grande.

Ho preso una cornice per le foto semplice...e l'ho trasformato con i Copic.

Allora la mia lista di "ingredienti" :


Copic, inchiostro Staz-on , timbri , cornice foto semplice


timbrare i timbri sul vetro con Staz-on


ho usato i timbri del Hero Arts ( dotted flowers )


colorare i timbri, per sicurezza ho colorato al latro lato del vetro


l'effetto era così


poi ho anche colorato i bordi, visto che erano un po' spenti
i bordi interni con V 05


un bordo di lato con YR 18


un bordo con R 39


un bordo con Y 18


un bordo con R 17


adesso ho anche lavorato sul cartoncino interno
usando una matita ed alcune Copic multi liner SP 0.3


un po' di doodeling


Ecco il risultato...una cornice di foto allegra !
Un regalo originale ... mi vengono tante idee in testa anche per il Natale...

Spero che vi divertite anche voi ad esperimentare sul vetro con i vostri Copic.

Un abbraccio

Blankina


mercoledì 19 novembre 2014

0 Turorial: Stile 'pop', fresco e veloce da fare!

Uuuuh, stavo per dimenticarmi questa settimana!


Qualche giorno fa ho fatto questa piccola cartolina, volevo usare uno stile diverso dal solito, quindi mi sono concentrata su un semplice viso. 
'POP' non so se è il termine giusto, ma è stata definita così da una mia amica, e quindi ora, la definisco affettuosamente in questa maniera.

Mi sono rifatta a certi semplici effetti di alcune colorazioni digitali dove i colori sembrano quasi piatti, ma le texture danno movimento.

Oltretutto i colori non sono tanti, una decina di pennarelli!

nello specifico: E51, E50, E00, RV11 V05, V15, B24, B02,B93, Y11. alcuni piccoli interventi sono stati fatti con V91 (ombre della sclera, la parte bianca dell'occhio) e R22 (labbra).


Come vedete sono partita dalle parti più scure della pelle. RV11 per le gote, e E51 per la pelle. (in realtà, è un E51 farlocco... per sbaglio ho versato qualche goccia di ricarica di E11 invece che la sua, quindi il risultato è una tinta a metà tra le due XD) le ombre non sono particolarmente voluminose, anzi, sono quasi piatte, sfumate lunghe. Date solo sotto la frangia, che andranno poi a sfumare sul viso chiaro e appena un pò di ombra netta sotto al collo.

Proseguo così con E50, lasciando bianche le parti più luminose, che infine verranno passate con E00. Le punte delle dita mi piace tenerle più rosee e scure, avevo scritto qualcosa a riguardo in un tutorial sulla pelle :)


Se notate, ho messo del colore pelle anche all'interno dei ciuffi di capelli. solo alle punte che toccano il viso, questo effetto conferirà un effetto luminoso!

Ecco qui la pelle terminata. le unghie sono fatte con lo stesso RV11 delle gote, che ora paiono più spente, perchè coi vari passaggi di colore sopra si sono sono mescolate alle tinte E. (le unghie sono state poi sfumate poi con V05)
Anche il rossetto, che ora sembra grossolano e sbavato, ma solo perchè più tardi avrà altri passaggi.


Con V91 ho fatto le ombre degli occhi. sono volutamente molto nette, le ho fatte con la punta (quindi la parte che rilascia il colore più netto e deciso) rivolta verso il centro dell'occhio, così che addirittura sembrasse schiarire verso la palpebra.

Ora la parte divertente, i capelli!
In questo passaggio si vedono tutte le fasi: Per prima cosa cerco di fare una sfumatura omogenea tra il colore E50 lasciato nelle ciocche e R11, sempre facendo in modo che le punte siano più chiare possibile. 
Meglio tenere entrambi i colori a portata, perchè ripassare più volte RV e E può aiutare la sfumatura.
La stessa cosa si fa proseguendo con V05, e poi B24.

B24 è il colore più scuro, ma non deve arrivare fino in cima alla testa... ho lasciato un'area bianca. non è luce, ma solo un effetto grafico per renderlo più interessante. Quando ho una ciocca sfumata liscia, uso gli stessi colori per picchiettare delicatamente la punta e ottenere così questa texture.
La punta la appoggio lateralmente, premendo in maniera da lasciare che il colore penetri, per questo si vedono chiazze diverse.
Andate a cercare il tutorial sull'erba che avevo fatto... il concetto è quello, dopo aver fatto la sfumatura, gli effetti di disturbo non si devono mai distaccare troppo dal colore della base. per esempio non posso picchiettare B24, il più scuro, su R11, il più chiaro, o il risultato sarà un effetto a pois senza gradazioni! 

Questa è una parte piuttosto libera e intuitiva. Il principio è, come detto prima, che gli effetti rispettino la sfumatura, che il colore più scuro sia in alto e che la cima rimanga bianca per essere poi sfumata con un colore più chiaro.


Per il resto, la quantità di colore e la disposizione dei toni va a gusto personale. come vedete, qui avanzo in maniera caotica un poco alla volta, aggiungendo talvolta B, talvolta V, trovando un equilibrio che mi piaccia man mano.

B24 anche per la maglia, ma ho lasciato il centro bianco per poterlo sfumare poi con B02.

Con gli stessi colori comincio a lavorare ai vestiti e agli occhi, già che li ho in mano. Notare le labbra, che sono state scurite con R22 nella parte centrale. mentre gli estremi rimangono sfumati col RV11.

La scelta degli occhi è stata talmente importante che prima ho fatto diverse prove  per studiare i colori e le aree in cui disporli... eh già, perchè non è il solito modo in cui si fa la base di un colore e l'ombra più scura... qui ho optato per un alone più chiaro e di un colore completamente diverso (Y11).


Dato che il giallo subito accanto al blu, per sovrapposizione, potrebbe risultare troppo verde (che in questa color chart non c'entra nulla), inserirò poi un passaggio di V05 tra i due colori. 


Ho distribuito i colori negli occhi secondo lo scherma, anche se, essendo qui più piccino, ovviamente è più difficile.
In cima alla testa si vede l'effetto picchiettato più chiaro dato dal B02. ho lasciato comunque volutamente qualche piccola area bianca.

Come si vede, anche il centro della maglia è più chiaro. poi ho passato delle piccole ombre nette, molto 'grafiche' con V15! sono tutti tocchi singoli di pennello, veloci e intuitivi.

Aggiungo man mano i colori negli occhi (b24), seguendo la prova fatta.
Comincio a lavorare uno sfondo molto facile, una semplice sfumature omogenea (ahimè, il B93 era un pò scarico, quindi si vede qualche pennellata!) tra B93, B24 e B02. sparsi nel mezzo lascio dei cerchietti bianchi. 


Il mio intento è avere dei puntini luminosi tipo lucciole di un millimetro, massimo due. Quindi è bene che i 'buchi' bianchi lasciati siano di circa mezzo centimetro: In questo modo sarà più facile fare, sempre con gli stessi toni, una piccola sfumatura per dare l'effetto di un alone luminoso, come si vede nel puntino più basso.


Come effetto finale, all'interno dei puntini bianchi aggiungo un pò di Y11.
Attenzione anche qui a non sovrapporre troppo giallo e azzurro o l'effetto sarà verdastro!
Gli occhi sono stati completati con B02, passato sulla 'lunetta' (la parte inferiore dell'occhio) e premuto al centro della pupilla per schiarirla leggermente.

Ho colorato anche le ciglia, con gli stessi colori usati per i capelli.


Ber finire, il bianchetto!

Punti su labbra, guance e qualche filo nei capelli, oltre ad una specie di aureola di piccole luci.
Invece del classico puntino, negli occhi, ho optato per una stellina, fatta meticolosamente col pennellino<3

Ecco altri due esempi realizzati nello stesso stile, sono fanart per un paio di amiche fumettiste.

Myra, protagonista del
manga Somnia, di
Federica DiMeo e Liza E. Anzen
Reika, protagonista del manga
Oh!Darling Di Francesca Landi



Spero che il gesto della ragazza della seconda cartolina non sia interpretato male, ma solo come un espediente per indicarne il caratterino! >_<
Spero inoltre sia stato interessante, io la trovo una colorazione veloce e divertente! Non usa tanti colori, è di grande impatto e non ha particolari difficoltà.

Alla prossima!


Alice.



mercoledì 12 novembre 2014

6 Tutorial: copic a pennello!

huhuhu <3

Con questa illustrazione (chi è stato a Lucca Comics forse avrà visto il maxiposter nello stand!) ho sperimentato un sacco!

Ecco qui il bozzetto che ho mandato per approvazione e il risultato finale. 





La color chart si è spenta un pò rispetto al bozzetto, ma in corso d'opera può succedere.

Ho sperimentato a partire dalla lineart: ho inchiostrato con il pennino, ma invece del solito inchiostro nero ho usato dei radiant, dei colori concentrati molto brillanti. (e li ho pure rovesciati, con un effetto molto splatter, date le tonalità XD) gran parte della lineart della ragazza è rossa, ma nelle zone chiare ed evanescenti come la parte finale delle ciocche ho usato il rosa. 





Per le parti fredde come il vestito e i copic ho aggiunto un po' di viola. i colori si mescolano tra di loro, non devono essere zone nette e separate, così da mantenere un certo senso di omogeneità.

Sì, nel rovesciare il colore (che ho allegramente recuperato con una siringa) ho macchiato vistosamente un angolo del foglio, ma facendo di necessità virtù, alla fine sembrerà fatto apposta. *coff*




Questi sono i colori utilizzati: per un effetto anticato ho scelto toni pastello e un po' spenti, tendenti al giallo e al rosa.

Qui mi sono lanciata.
Il piattino contiene alcol, quello rosa da pulizie, reperibile ovunque. è rosa ma è molto chiaro, per cui una volta sul foglio il colore non si nota!





Sarà la mia 'acqua per acquerelli', in un certo senso: ho usato il colore liquido delle ricariche various Ink come fossero i colori e li ho diluiti sulla mia tavolozza con l'alcol.

Per prima cosa ho passato l'alcol puro sul foglio, in modo da renderlo umido per fare le sfumature. Sembra grigio ma è solo l'effetto della carta bagnata.



Sulla carta ancora umida ho passato il pennello imbevuto di colori mescolati nel piattino, i primi sono stati Y21, E51 e Y11. 
Notare come, passando una generosa quantità d'alcol, la lineart 'fonda' e sbavi leggermente pur mantenendo una forma definita, donando a tutto un effetto soffuso col suo alone rosato. Ecco perchè successivamente, nei passaggi, i contorni sembreranno più spessi.

Ah, ovviamente, tutte queste passate di colore sono volutamente grossolane e sbavate, senza badare troppo ai contorni.




Dato che volevo un effetto un po' grezzo e rovinato, come se fosse una foto antica, ho scelto di passare il colore diluito del piattino a pennellate larghe e sfumate, un effetto 'nuvoloso', invece di un'unica sfumatura omogenea. 
Per accentuare la cosa, come secondo passaggio, ho versato il colore dal boccetto di various ink direttamente sul pennello o sul foglio, per poi pennellarci subito dopo, stendendo e picchiettando tutto per una texture più decisa.
Mi spiace che i passaggi siano poco chiari, ma era la prima volta che lo facevo e presa nel tentativo e seguendo l'istinto ho fatto meno foto di quante necessitasse... vorrei studiare meglio questa tecnica e riproporla più avanti fatta per benino!


Più chiari sono i toni, più si può scegliere di non definire le pennellate. Le basi mescolate tra loro accentueranno il senso di 'acquosità' della colorazione.

Mano a mano che diventano più scure, invece, (con l'aggiunta nello sfondo di E04, per esempio) si dovrà stare più attenti, perchè sarà più facile che assomiglino a macchie.

E' ora di passare alla colorazione interna: volevo che la ragazza fosse mora, ma con un effetto leggero e indefinito, quindi ho scelto di tonalizzare un grigio in varie sfumature. 

In realtà ho usato dei colori molto spenti (E04, BV23, B32) che mescolati tra loro hanno dato origine anche a toni intermedi nuovi, come si vede in cima alla testa. 



Il colore dei capelli in cima è lo stesso della strozzatura del nodo, ossia BV23. Mescolato in basso con B32 e in cima con R04, assume sfumature più blu o più marroni.
I cerchietti blu invece evidenziano un piccolo esperimento. 
Ho scosso un poco il pennello pieno di colore diluito con alcol, in vari toni, e anche solo con l'alcol puro, per ottenere qualche effetto: le goccine colorate sembrano effetti di anticatura di un quadro o una foto, quelle bianche, una sbiadita da usura.
Dato che questa cosa mi piace la riproporrò alla fine, perchè se ci coloro sopra passando i pennarelli, perdo l'effetto delle goccine.
(ecco, qui si vede bene come la lineart abbia formato un'alone intorno alle ciocche di capelli!)


Passo successivo, usare i pennarelli per rifinire per bene i volumi e le sfumature.
Per i capelli ho usato BV23 come tono più scuro, passando per E04 (poco, solo in certi punti scuri, altrimenti avrebbe prevaricato troppo il calore) V91 e persino dei toni gialli come Y21 e E51 per le cangianze.




Le rose sono ombreggiate con E04, mentre gli occhi sono ottenuti con B32 nell'iride e un misto di BV23 e E04 nella pupilla, con una leggera sfumatura intorno alle ciglia per suggerire un'ombra di trucco. E04, come tutti i toni rosati, anche sulle labbra, blendato con E51 e R00 per la pelle.
Dove le ciocche vanno a schiarire, sul finale, i colori sono più chiari, ma sempre violacei: B32, BV0000, BV31, (per le cangianze, un tocco di E51 Y21 e RV0000).
C-3 e C-1 sono stati usati principalmente per fare i corpi dei pennarelli, insieme a BV31.
Ci sono inoltre piccoli dettagli fatti con colori che non sono in lista nella foto: YR23 per il collarino dorato, ad esempio.


Io non possiedo un aerografo, ahimè. Ma dato che nell'immagine compariva e e il disegno nasce direttamente dagli strumenti usati, ho cercato un modo per emularne l'effetto.
Anche qui un colpo di genio che mi pento di non aver fotografato: una cannuccia sottile, quella dell'estathè, per intenderci.





Ho inclinato il boccetto della ricarica con una goccia a metà via in procinto di cadere (attimi di pura adrenalina, ve lo giuro XD) e poi ho soffiato forte nella cannuccia posizionata proprio davanti  alla goccia. terrore puro e incapacità di controllo, c'è voluta una buona dose di fortunaXD
non è venuto malissimo, dai. 

Ho ripetuto la cosa in tutte le aree un pò vuote, utilizzando various ink E11 e E04.

Come tocco finale ho posato il foglio a terra e schizzato una modesta quantità di alcol con una siringa pulita, per riproporre l'effetto di cui sopra. inoltre, questo effetto un pò sbrodolato mi ha aiutato a mascherare la macchia rossa iniziale. facendone altre simili sui bordi (con W-7 e E71, annacquate poi con una generosa quantità d'alcol per dargli quell'effetto dai bordi scuri).


In digitale ho aggiustato un pochino i toni e aggiunto i loghi ai pennarelli, ed eccolo finito!


NOTA BENE!!!
TUTTI GLI EFFETTI CON LE GOCCE, SIANO ESSE SCHIZZATE COL PENNELLO O SOFFIATE CON LA CANNUCCIA, SONO STATE FATTE COPRENDO LE PARTI IMPORTANTI DEL DISEGNO (VISO) CON DEI PEZZETTI DI CARTA.
Questo evita di macchiare inavvertitamente il viso, rischiando magari di perdere un'espressione per colpa di una goccia proprio in mezzo all'occhio o fastidiose macchie sulla pelle.

Spero che sia stato interessante e mi auguro di riproporne altri fatti meglio in futuro!

Alice

lunedì 10 novembre 2014

0 Venice Carnival

Buon inizio settimana a voi Copic lovers.
Sono Sandra ed oggi vi presento un progetto un pò "fuori stagione" . Infatti la mia card è realizzata con il timbro Venice Carnival  della The Paper Shelter.
Bhè sì in effetti è un bel pò fuori stagione, ma quando l'ho visto mi è piaciuto talmente tanto che non ho saputo resistere ..e l'ho dovuto colorare.
Naturalmente il personaggio  è una bella signorina con un raffinato abito di carnevale che gioca a nascondino dietro una maschera .
Tutto intorno una cornice di maschere e fiori le fanno da contorno.
Ho utilizzato colori molto forti abbinati a colori vintage per rendere la scena piacevole ed equilibrata.
Per la card ho utilizzato bazzil in tinta unita, pattern Maja Design, fustelle Magnolia e LaLa Lacrafts, frantage e pailettes. Per il sentiment ho utilizzato delle  fustelle della Memory Box.
Vi lascio  ora la lunga lista dei colori utilizzati e vi dò appuntamento fra due settimane di ritorno da Wiesbaden dove si terrà l'annuale Copic Convention alla quale parteciperò con molto , molto entusiasmo!

Ciao ciao
Copic utilizzati:
Pelle: E0000-000-00-11-93  R32-35-37
OCChi: BG 90-93
Capelli: E41-42-43-44-47
Foglie a destra : YG 01-03-07-17
Maschere partendo da destra:
C00-1-3 + RV 91-93-95-69
RV 01-63-66-69 BG 90-93-96  W 00-1-3
YG01-03-07-17 RV63-66 V 000 W00-1-3
Abito: BG 90-93-96 YG 01-03-17
Cornice: E31-33-35-37-70-71-74
Sfondo: E50+Blender