mercoledì 17 dicembre 2014

1 Tutorial: Resa dei differenti tipi di tessuto - parte 2


   Eccoci qua con la seconda parte del tutorial sui tessuti! (trovate qui la prima parte)
   La settimana scorsa avevamo lasciato Alice con tre t-shirts e nessuna gonna, poveretta.
   Proseguiamo quindi con tre diverse proposte, anche oggi utilizzando solamente tre toni di Copic Sketch, precisamente i grigi freddi C5, C7 e C10.


Gonna a pieghe

   Stavolta non specifico il tessuto, dato che nella prima parte ho fatto qualche esempio.
   Tuttavia esprimo una caratteristica del capo, ovvero le cuciture della classica gonna a pieghe fitte.
   Per rendere meglio l'effetto mi servirò di un contrasto forte tra luce e ombra (verosimilmente un tessuto lucido) per cui le zone illuminate saranno lasciate in parte bianche.
   Inizio col colore più scuro, il C10, e vado a definire le zone d'ombra più scure in corrispondenza delle cuciture che conferiscono le pieghe alla gonna.
   La pennellata deve partire larga e terminare con una punta sottile.
   Saranno equidistanti e abbastanza regolari, tenendo sempre conto dei volumi delle gambe che ci sono sotto, altrimenti rischiamo l'effetto pupazzetto delle Lego "ho un pezzo di plastica colorata come addome e mi hanno attaccato due gambe sotto".


   Proseguiamo poi con il C7 a smorzare le ombre e ad allargarle, seguendo la volumetria delle pieghe.


   Lasciamo delle zone in bianco colpite dalla luce, al centro di ogni rigonfiamento delle pieghe verso l'esterno...


   Diamo qualche ultima rifinitura con il C5 e il gioco è fatto. Semplice no?

Gonna con cuciture laterali

   È un modello "tradizionale", piuttosto lineare e semplice.
   Facciamolo in un tessuto più opaco stavolta, valgono gli stessi accorgimenti della maglietta: ombre più larghe e piene, luci meno forti e ben distribuite.
   La stoffa si muove di più tra le due gambe, quindi farà più ombre.
   Inizio stavolta col grigio più chiaro dei tre, il C5. Vado a definire le ombre di massima, decido dove andrò a stratificare maggiormente col colore.


   Dopodichè con il C7 scurisco seguendo lo schema che mi sono creata con gli strati di C5.
   Con il C10 aggiungo profondità alle ombre più importanti.


   Riprendo il C5 per ammorbidire i contorni delle ombre...


   ... ed eccoci qua!

Gonna in pelle

   Qui cito per forza il materiale perchè fa storia a sè. La gonna in pelle ha un fascino tutto suo, vediamo come ricrearne il particolare effetto.
   Parto, come per la prima gonna, dalle ombre più scure con il C10.
   Ci vado giù decisa e le faccio quasi squadrate, con angoli molto netti rispetto a prima.
   Prendete ispirazione dalle foto dei cataloghi e dei siti di abbigliamento per dare una direzione alle pieghe, aiuta molto.
   Non si improvvisa mai, l'osservazione della realtà è la miglior fonte di apprendimento.


    Finite le pieghe più scure, alterno il C5 e il C7 per le zone meno in ombra, mantenendo sempre una campitura piuttosto netta e poco sfumata. Prima che l'ombra più chiara tocchi quella più scura, lascio una striscia in mezzo: lì è dove colpisce la luce.


   Un po' di pazienza e vedrete il risultato prendere forma sotto i vostri occhi.


   Ovviamente lo stesso criterio si può applicare anche a indumenti diversi, una bella giacca in pelle da motociclista ad esempio.
   Ecco finite le tre versioni di Alice, direi che ha un guardaroba di tutto rispetto! Un po' monotono nei colori forse, ma che ci vogliam fare...


   Spero che anche questa seconda parte vi sia stata utile!
Vorreste vedere qualche altro tessuto in particolare? Proponete pure :)
Alla prossima!!

Lidia.

1 commento:

  1. maglioni o sciarpe di lana? per vederne la texture, che dici? ** o pellicce

    RispondiElimina