mercoledì 16 novembre 2016

0 Tutorial: Team Valor

oggi concludiamo la saga di Pokemon Go con l'ultimo tutorial, quello della colorazione di Candela, leader del Team Valor.


Sembra una colorazione estremamente complessa, in realtà è fatta di passaggi semplici e colori ripetuti, ma avendo tante piccole sfumature sembra molto più dettagliato!

Mentre per Spark (disegnato da Francesca e inchiostrato da Matteo) ho dovuto colorare un disegno inchiostrato da qualcun altro, in questo caso ho provveduto io stessa a ripassare i contorni, e ho potuto fare in modo che le parti più spesse e quelle più sottili fossero in correlazione con i punti di luce e ombra: ho stampato in un tono caldo e chiaro il bozzetto che avevo dato a Francesca da inchiostrare, e stavolta l'ho ripassato io con dei multiliner seppia e neri. 
Seppia per le parti esterne più esposte alla luce, e nere per quelle più interne ed in ombra.



Come per Spark sono partita dalla distribuzione delle ombre. Questo perchè, similarmente a lui, anche il fuoco di Moltres mette Candela in controluce, accentuando i contrasti tra luce ed ombra.



Le ombre sono stese con colori forti, ma con un criterio. per esempio, RV19 passato sulle parti calde e scure (capelli e pelle di Candela) non sarebbe stato bene sulla giacchetta bianca. lì ho dovuto essere più cauta con un tono più chiaro, E71, perchè a scurire si fa sempre in tempo, mentre schiarire è più difficile! I capelli sono ombreggiati con un RV69 e un V99. 
Ho scelto un colore scuro come V99 perchè tutte le ombre virano a toni caldi, e i capelli di Candela sono più scuri del viso, quindi dovevo enfatizzare le ombre per farlo capire, dato che le estremità, controluce nella fiamma di Moltres, diventeranno gialle e luminose.



Una volta date tutte le ombre, devo cominciare a pensare alle luci: tutta l'illuminazione viene da dietro, ma sul viso ho preferito metterla a destra, dato che la testa del pokemon sulla sua spalla e fonte di luce si trovava lì, vicino alla sua guancia. per prima cosa, ho passato sull'ombra in RV19 uno strato di E15, un marrone chiaro e caldo che ha alleggerito la saturazione del fuxia. 
Ho fatto il modo che E15 sporgesse rispetto alle aree fuxia, così che in alcune parti di vedesse la sua tinta marrone come tono intermedio tra la luce e l'ombra. le rimanenti aree bianche sono state sfumate in un passaggio E15-Y19-Y11 per virare alla luce gialla del fuoco.

gli occhi hanno una base Y19, le ombre con E29 e al centro della pupilla, invece di un classico nero ho messo un pò di RV19, così da ottenere un riflesso caldo che riprenda quello delle fiamme.



le ombre della giacchetta sono state parecchio elaborate, ma seguono lo stesso principio del viso. lo scopo è portare tutti i colori al giallo! dato che le ombre della giacchetta erano tendenti al grigio con E71 le ho virate con un giallo meno caldo e brillante di quello usato per il viso. Y21 è stata la scelta perfetta, sempre sfumato con Y11. Infine, dato che il resto delle ombre era molto caldo, per bilanciare meglio il tutto ho passato un po' di E04  nelle pieghe più in ombra così da scaldarle.



E' ora che tutto assuma un senso. visti così, con la carta bianca intorno, i colori sembrano molto strani e innaturali. 
Finalmente definendo la fonte di luce gialla tutto diventa più omogeneo. dato che Moltres è la fonte di luce stessa, mi sono limitata a mettere le ombre solo in piccoli punti specifici e sui contorni. immaginando che fosse fatto di fuoco, ho optato per un effetto "incandescente" in cui le parti centrali, più alte e arrotondate, sono bianche, per poi scurire verso i contorni, come fa il magma.



Per le fiamme sono partita dai mezzitoni con R22 (mi si è scaricato l'arancione YR04, così uso questo colore, che sovrapposto al giallo Y19, mi fa ottenere comunque un arancio). Per finire, un tocco di R46 sfumato appena sulle estremità per dare un pò di intensità.



Per vedere nel dettaglio le fiamme vi lascio con due tutorial che ho fatto in precedenza: FUOCO PARTE1 e FUOCO PARTE 2



Applicate queste nozioni a tutte le parti infuocate, il disegno si completa. Ora tutti i toni sono amalgamati al giallo e tutto sembra più naturale! Le parti rosse del disegno come i guanti e la maglietta sono colorati con il mio amato R46, un rosso bello carico. anche qui ho lasciato qualche area bianca da riempire successivamente con il giallo, come si vede sotto.



le ombre dei pantaloni sono fatte con T10, ma anche il nero 100 andava bene.
In questo caso non sono stata a badare all'ordine di stesura dei colori perchè per conferire al tessuto un aspetto semilucido serviva tenere delle fasce di ombre e luce ben definite invece che sfumate.
Infatti nel primo step ci sono le ombre nere con la base V99, poi le luci gialle con Y19 e in mezzo E04 ad unirli, cioè, un grigio che vira al caldo, un rosa spento.

E' il momento dei dettagli finali:



il decoro sulla spalla segue anch'esso le ombre e le luci della stoffa, per cui, per assicurarmi di seguire bene i contorni, traccio prima la firma con un colore chiaro (R11, in questo caso, ma non si vedrà). poi con R46 seguo i mezzitoni, con V99 le parti in ombra e la parte esterna con Y19.

La parte più difficile è stata questa sfumatura, di cui ancora non sono soddisfatta al 100%. volevo un tono freddo di sfondo per contrastare un pò, e ho scelto un BV08, ma dato che le fiamme hanno un alone luminoso attorno, dovevo passare dal viola al giallo, passando per il rosso.
Ecco qui la color chart e i passaggi.



sono partita dal giallo, sfumando velocemente i vari strati. lasciare le lucine rotonde è stato più difficile, e anche se nelle foto mostro solo un colore alla volta, la verità è che sono dovuta ripassare più volte da colore chiaro a scuro e da scuro a chiaro per riuscire a mescolare i toni, e ancora si vedono un pò le pennellate.

Qui è stato importante tenere a mente che la luce proveniva da Moltres e non da Candela: infatti contro le gambe e le braccia di Candela non c'è nessun alone!



per finire con il pennarellino fine acrilico bianco Molotow ho dato piccole correzioni e riflesso, le luci negli occhi e qualche scintilla  per rendere ancora meglio l'atmosfera infuocata. In mezzo alle fiamme stanno bene bianche, ad indicare un livello di calore così elevato da essere bianco luminoso come il centro del magma, mentre quelle sullo sfondo sarebbero sembrate troppo contrastanti e quindi le ho fatte diventare gialline ripassandoci sopra un pochino di Y19. Dato che l'acrilico non prende bene il colore, ho scelto un giallo intenso così che se ne vedesse almeno un po'.

E con questo ho finito, vi lascio con il confronto con la versione colorata da Matteo, per dimostrare che ogni persona ha una propria sensibilità e gusto alla stesura del colore nonostante il principio sia lo stesso.











Alice






Nessun commento:

Posta un commento