mercoledì 30 settembre 2015

4 Tutorial: Riflessi metallici come distribuirli




Oggi riprendo qualche approfondimento sul tutorial dell'altra volta, i riflessi metallici. Avevo già fatto una piccola infarinatura lì con questa foto, ma volevo spiegare meglio il principio. Come si fa a capire dove vanno messi i riflessi? E con che forma?

E' facile dire 'devi immaginare in maniera tridimensionale'...

come si fa?


Ho cercato un esempio semplice e facile da capire e ho immaginato di semplificare le forme del disegno con una griglia, uno di quei reticoli, una di quelle griglie che delineano i volumi negli oggetti lavorati in 3D.

Insomma, volevo fare un intero tutorial su questa cosa e poi mi sono resa conto che il modo più semplice in cui potevo spiegarlo, era... disegnandolo. XD


Ho preso un foglio di acetato trasparente e ho ricalcato le linee dei volumi. anche posizionato accanto al disegno, senza nessun contorno, si capiscono bene le forme.


Poi ho colorato le parti del disegno che non interessavano il tutorial. per la cronaca, per la pelle ho usato E 13 di base ed E33 per la pelle, poi RV34 ombreggiato con RV19 per i capellli.  B12 e B26 per gli occhi. 


Ho scelto una gamma di colori spenti, ma non grigi. Le fasce scure sono quindi tonalizzate con B23 e BV23, mentre i toni chiari con B60 e B32.
Questo per dare un pò di brillantezza al disegno, vedere cangianze nei riflessi è sempre interessante!

Sono partita infatti dal B23. Posizionando tutte le ombre. Le punte, come detto nello scorso tutorial sono tremolanti e affilate, per conferire un effetto 'liquido', persare in movimento aiuta. Non è bello immaginare un riflesso che si buove sul braccio dell'armatura man mano che questo si sposta nell'aria, come se fosse attraversato da un flusso? 
Lucido. Liquido. Sono i criteri che tengo a mente quando cerco di colorare effetti metallici!


Con BV23 vado a tonalizzare e sfumare le parti che ho lasciato aperte col colore precedente, badando bene a lasciare gli spazi vuoti per gli altri colori e i riflessi. dalla foto sopra di vedono bene i due passaggi, dove BV23 va a completare alcune parti lasciate aperte dal B23.


Gli spazi rimasti bianchi vanno quindi gestiti tra tre colori: B32, B60 e bianco. la maggior parte delle luci starà a destra, direzione da cui proviene la l'illuminazione, quindi cerco di riempire principalmente le parti a sinistra e al centro. nella foto sopra ho sottolineato, per chiarezza, le zone che ho riempito di colore B32.
Qua sotto invece, l'aggiunta del b60, che completa le zone, le 'fasce' iniziate con B32.


Ed ecco qui. in sè è una serie semplice di passaggi.
...più facile da fare, che da spiegare.
Ho rifinito con uno sfondo semplice: una passata uniforme di B39, su cui ho realizzato dei bagliori, premendo in maniera circolare del B00 e un pò di Y11 al centro. il tocco finale, dei puntini bianchi fatti con una penna acrilica bianca Molotow.



Spero che questo metodo della griglia tridimensionale sia stato utile a qualcuno, alla prossima! Alice


4 commenti:

  1. Utile come una manna dal cielo!! çuç grazie mille Alice, i tuoi tutorial sono illuminanti!!!

    RispondiElimina
  2. Grande!!! Utilissime anche per me...ne farai altre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di tutorial, ne faccio circa uno a settimana, se non mi alterno con altre persone. sui metalli, direi che tre tutorial bastano, o no?

      Elimina