mercoledì 5 marzo 2014

0 Colorare capelli in stile manga - 2° parte


Stasera si posta tardi, scusate.... ma, ehi, l'importante, è postare entro oggi, e mancano ancora 45 minuti! *muore*

continuando dal post della scorsa settimana, c'è altro da dire sui capelli: l'altra volta l'argomento era la disposizione di luci e ombre, stavolta, a parte un'ultimo appunto su come mettere luci e ombre in un'acconciatura, si vedono le cangianze. Come rendere più interessanti e luminosi i capelli di un personaggio con giochi di colore, oppure come tonalizzarli a seconda delle luci. Per inciso, perchè mi è stato chiesto, tonalizzare significa mantenere un colore di base ma facendolo sfumare o affiancandolo ad un colore diverso. diverso il colore in cui lo si trasforma, diverso l'effetto che dà.

partiamo comunque da un esempio che ti tonalizzato non ha nulla. sono tre colori tono su tono, l'unica variazione è data dal fatto che i mezzitoni e le ombre sono dei BG e la base un B, ma è talmente chiaro e talmente coperto dalle altre passate di colore che quasi non si nota. scusate le foto col cellulare, anche se hanno subito tutte un ritocchino a Photoshop.



ecco la base col B00. E' importante passare il copic nel senso delle ciocche, ma a differenza degli esempi precedenti, dove il volume era dato dal colore, qui basta anche una sfumatura neutra, già così, lasciando solo le lunette bianche, perchè la lineart ha molte ciocche inchiostrate. quando il disegno non è troppo grande, è inutile appesantirlo con dettagli esagerati. Se le ciocche seguono diverse direzioni, anche il colore andrà steso seguendole, non finirò mai di ripeterlo.


Successivamente si aggiunge il BG33, dapprima  solo nelle ombre portate. Le ombre portate sono le ombre che vengono proiettate dagli elementi, mentre quelle proprie sono quelle che appartengono all'elemento stesso e ne rendono il volume. Dato che alcune ciocche sono molto grosse e molto separate proietteranno sulla testa un'ombra portata. Non c'è bisogno di essere pignoli con ogni singolo capello, bastano i volumi più importanti


Sempre col BG23 si vanno a dare le altre ombre. Uno degli errori più comuni nella coda di cavallo, è quello di essere abituati a fare le luci  in modo da lasciare che la linea luminosa sia trasversale all'andamento dei capelli. che fin qui è corretto, ma dove i capelli convergono verso l'elastico assumono un movimento che è generalmente diverso da quello dato dalla forza di gravità. infatti arrivano ad essere orizzontali. qui isogna ricordarsi che al contrario della frangia e della coda le luci dovranno stare comunque in cima alla testa e non essere una fascia luminosa verticale.


Infine col BG49 sono andata a dare un colpetto più scuro nei punti più in ombra, e alle estremità delle ombre portate, quelle fatte all'inizio.
Questa ragazza ha i capelli verdeacqua, fin qui ci siamo. Ora vediamo Un altro personaggio che li ha dello stesso colore, ma con una colorazione più interessante.



In pratica, l'importante è mantenere la base, ossia la maggiore quantità possibile, del colore originale, verdeacqua. Da cosa è composto il verdeacqua? da una parte di azzurro e una di verde, cioè, azzurro più giallo. i colori più vicini che possiamo associare nella scala cromatica sono appunto un blu e un giallo.  Giallo, luminoso, verso le luci e blu, più scuro, nelle ombre.
Il personaggio in particolare, poi ha gli occhi sorri, quindi in corrispondenza dei lati del viso, all'altezza degli occhi, è stato messo un pò di vola più caldo, per legare meglio e diminuire il contrasto tra caldo (occhi) e freddo (capelli).


Mi spiace che le prime fasi della colorazione siano un pò ammassate, ma avevo fatto un video che è diventato irrimediabilmente inutilizzabile. :(  In pratica si parte sfumando morbidamente YG00 (in alto verso la luce) e G00. Poi le prime passate di B23 in zona ombre, cioè dove i capelli sono stretti dalle decorazioni e sotto, vicino al collo.
Nel profilo un procedimento diverso, tanto per far vedere più cose: Ho lasciato le luci per ultime, dando prima tutti gli altri colori.G00 sopra la linea di luce, BG23 sotto, e le ombre blu e viola. prima il viola caldo V05, che è il colore che nel complesso c'entra di meno, così la passata di blu B23 successiva lo smorza. 
Per finire, una passata di YG00 per illuminare un pò, intorno alle luci.

Idealmente il ragazzo qui e la ragazza del primo esempio hanno i capelli dello stesso colore, cambia solo lo stile dell'illustrazione. Per dare più movimento e brillantezza si possono usare questi contrasti. 

Un altro paio di cosine interessanti: Il personaggio qui sotto è particolarmente bastardo, perchè ha nei capelli due colori complementari.
Complementari significa che nella tavola cromatica i colori sono posizionati esattamente agli estremi opposti, che in termini pratici vuol dire che appaiati fanno a pugni!


In questo caso mi riferisco al blu e al rosso. Nel caso di prima ho ragionato partendo da un colore, il verdeacqua, e sono arrivata ad altri due, mentre ora parto da due colori e devo pensare a come legarli tra loro passando per un altro, perchè il contrasto non sia troppo brutto.



Dal rosso si può passare al verde in due modi: o passando per l'arancio (composto dal rosso stesso più il giallo, e il giallo è contenuto anche nel verde) o per il viola, (composto dal rosso e dal blu, e anche il blu è presente nel verde) dare una piccola base con questi colori aiuterà a attenuare lo stacco.


Il primo esempio rappresenta la ragazza in condizioni di luce naturale. Per aiutare ancora di più il passaggio di colori ho usato un verde molto tendente al giallo, YG00, e come base per il rosso un R02, che è un tono un pò salmone, più aranciato. Col G17 ho dato le ombre, e dato che sono separate dal rosso da altri due toni ho potuto permettermi di usarne uno più freddo, ed è molto importante seguire non solo la direzione dei capelli ma anche il movimento: qundi anche le ombre, date con singoli tocchi di punta, dovranno essere ondulate secondo il movimento della ciocca. R37 è un rosso non troppo intenso che si abbina bene, l'ho usato per fare le ombre alle ciocche. e dove mi sembrava che staccasse troppo ho dato una passata di R22 per amalgamare. Una pasata di YG25 su tutto, lasciando i riflessi luminosi del colore base YG00.

Ora lo stesso personaggio in condizioni di luce diverse: Una penombra calda.



La base del verde è lo stesso YG25 della versione con la luce naturale, mentre la parte rossa contiene in color chart lo stesso R35, anche se come base ho usato un V05 per dare l'idea di poca luce uso colori spenti, (appunto il viola) e caldi, per le ombre sul verde ho usato un E04, che dato sil verde diventa quasi marrone, mantenendo la sua tonalità calda. il passaggio successivo è smorzare questo passaggio tra marrone e verde tramite un altro tono, un viola BV01 (perchè composto da una parte calda che lega con E04 e una parte di blu che lega col verde) RV 69 l'ho usato per ombreggiare la parte rossa, che ora nel complesso sembra più un bordeaux. Prima sembrava troppo viola, e con una veloce passata di R35 ho scaldato un pò. nell'ultima foto ho accentuato le ombre con una passata di YG95. nelle luci un pò di YG00, ma rispetto a prima è molto, molto meno.

Ora una penombra fredda.



Stavolta parto dalle ombre nei toni del blu, prima il più scuro, B26, poi B24. Sempre seguendo il movimento ondulato dei capelli. Come base per il rosso un V05, ombreggiato con un più scuro e più freddo V15. usare l'E04 è facoltativo, si può aggiungere in alcuni punti (è un  colore caldo, invece a me serve freddo) solo per non staccare troppo dalla frangia e dalla pelle, un trucchetto per rendere tutto un poco più omogeneo - infatti anche la pelle è ombreggiata di blu, secondo lo stesso principio). per completare, passo YG25 (colore che proviene dalla color chart originale a luci naturali)su tutta la parte verde, mentre per la parte rossa ho preso (sempre dalla chart originale) R22. dato che una volta passato questo i toni sembravano troppo simili tra loro, ho rinforzato un pò le ombre con B26. Questa è una color chart che ho sperimentato l'altra sera, quindi allego la foto di un work in progress proveniente da un altro disegno dove si vedo bene i passaggi.





In realtà avrei preparato altre cose che non riesco a mettere per mancanza di tempo, così ne approfitto per accumulare materiale per una terza parte dell'argomento :D alla prossima con capelli intrecciati, mossi, ricci, e boccoli!


Qui la prima parte dell'argomento

Qui la terza parte dell'argomento


Alice.

Nessun commento:

Posta un commento